La doppia diagnosi ADHD e SUD

Gianmaria Zita, Giovanni Migliarese

Abstract

Frequentemente nei pazienti affetti da Disturbo da Uso di Sostanze (SUD) vengono riscontrate comorbidità psichiatriche, tra queste il Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività (ADHD) appare tra le comorbidità meno diagnosticate benché più frequenti in letteratura. Diverse ricerche evidenziano che circa un terzo dei pz con ADHD presentano anche una condizione di Addiction.

Nell’affrontare i soggetti affetti da questa comorbidità è importante sottolineare la rilevanza dell’assessment clinico al fine di individuare sintomi che frequentemente si sovrappongono e che rendono più complesso il trattamento. Una valutazione accurata deve inoltre tenere presente l’influenza che alcune sostanze d’abuso può esercitare sulle funzioni cognitive che a loro volta influenza il decorso dell’ADHD con frequente riduzione della compliance terapeutica e ripercussione sugli esiti finali.

Il trattamento di questo tipo di comorbidità, che richiede una pluralità di interventi, tra cui anche interventi psicologici e socio-educativi, deve porre particolare attenzione alle terapie farmacologiche erogate e ai rischi connessi al loro misuso.

Per la riuscita di qualunque trattamento si deve comunque prevedere l’impostazione di un setting altamente integrato nel quale gli interventi specifici vengano erogati contemporaneamente.

Full Text

PDF




Mission. Italian Quarterly Journal of Addiction - Open Access Peer Reviewed Journal
4 issues per year - ISSN 2037-4798

This journal applies the Creative Commons Attribution - Non-Commercial - No Derivatives 4.0 License (CC BY-NC-ND 4.0) to works published, in order to facilitate free immediate access to, and unrestricted reuse of, original works of all types. Under this license, authors agree to make articles legally available for reuse, without permission or fees, for virtually any purpose. Anyone may copy, distribute or reuse these articles, without modifying them, as long as authors and original sources are properly cited.