MiFIR, EMIR e strumenti derivati: un esempio di Diritto Privato Regolatorio Europeo

Antonio Marcacci

Abstract

L’articolo affronta il fenomeno dei contratti derivati nel contesto del Diritto Privato Regolatorio Europeo (Dpre). Dopo aver definito cosa si intende per DPRE, viene esaminata la definizione di strumento finanziario derivato nel diritto europeo, per poi passare all’analisi della legislazione europea post-crisi. Prendendo in considerazione i testi normativi europei che affrontano direttamente la materia dei contratti derivati, l’articolo vuole dimostrare come l’interesse del Legislatore europeo sia volto soprattutto all’adozione di standard uniformanti e al favorire l’accesso ai mercati (aspetto regolatorio del diritto privato), piuttosto che ad una disciplina armonizzata del contratto – incluso quello derivato – a livello continentale (diritto privato in senso stretto). Nonostante l’estrema tecnicità economico-finanziaria dell’argomento ne renda difficile un inquadramento in termini giuridici, il rapporto tra gli strumenti finanziari derivati e il diritto europeo pare essere un chiaro esempio di Diritto Privato Regolatorio Europeo.

Full Text

PDF


Gli articoli di questa rivista sono pubblicati con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale (CC BY-NC-ND 4.0). I lettori possono scaricare e condividere liberamente il contenuto di un articolo citando autore, titolo, testata ed editore, nel rispetto della Licenza CC BY-NC-ND.
COME CITARE UN ARTICOLO.